Stefani, Fontana e Fraccaro: dal Nordest tre ministri combattenti

Captura de Tela 2018-06-12 às 23.59.41

Tre i ministri veneti nel governo Lega-Cinquestelle. Due leghisti, una vicentina e un veronese, e un trevigiano, trentino per adozione, del Movimento 5stelle.

Erika Stefani (Lega), ministro per le Autonomie e gli Affari Regionali

Avvocata, 46 anni, nata a Valdagno il 18 luglio del 1971, eletta senatrice nel 2013 e confermata al Senato nelle elezioni politiche del 4 marzo scorso, Erika Stefani viene da una lunga esperienza amministrativa cominciata nel 1999, quando si presentò come indipendente per una lista civica alle comunali di Trissino. Dieci anni dopo si ripresenta, però nelle liste della Lega, viene rieletta con una valanga di voti e ricopre la carica di vicesindaco. Nel 2013, infine, passa al Senato. E’ una donna decisa e determinata. In Senato si è occupata di diritti delle donne, dei femminicidi, e ha fatto parte della commissione parlamentarte per l’infanzia e l’adolescenza e ancghe di quella d’inchiesta sul caso Moro. La sua nomina al delicato ministero per le Autonomie prefigura una svolta molto decisa nell’atteggiamento del governo su questi temi cari alla Lega e agli elettori del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. Sarà una veneta a completare il percorso avviato dal governatore Zaia per ottenere al Veneto una maggiore autonomia. E si invertirà la tendenza dei governi, evidente in questi ultimi anni, a contestare e impugnare sempre più norme regionali davanti alla Consulta.

Lorenzo Fontana (Lega), ministro per la Famiglia e la Disabilità

Laureato in Scienze politiche a Padova e in Storia della Civiltà Cristiana a Roma, 38 anni, nato a Verona il 10 aprile 1980, Lorenzo Fontana, eletto deputato il 4 marzo, è un pezzo grosso della Lega. Non solo perché è vicesegretario federale del partito e vicepresidente della Camera, ed ha fatto due legislature, dal 2009 al 2018, all’Europarlamento, dove è stato capodelegazione della Lega. Ma soprattutto perché è uno degli uomini che si fanno ascoltare da Salvini, eurodeputato pure lui. Fontana è stato il teorico e l’artefice dell’asse tra Lega e il movimento di Marine Le Pen, e del collocamento chiaro e netto della Lega nel filone della Destra e delle tradizioni, della difesa a spada tratta della civiltà europea intesa come identità e civiltà cristiana. Sbaglierebbe chi pensasse che il ministero di Fontana sia un ministero di seconda classe: è quello che lui ha voluto e chiesto per impegnarsi e incidere in temi che gli sono carissimi, per continuare da ministro le battaglie della vita, che «deve essere difesa dal suo inizio alla sua fine». Fontana è dichiaratamente antiabortista, e anche molto preoccupato per l’andamento demografico, per il calo della natalità che desertifica l’Italia e l’Europa. Non a caso Fontana ha scritto a quattro mani con Ettore Gotti Tedeschi, l’economista ex presidente dello Ior, un libro che è il suo manifesto: “La culla vuota della civiltà: all’origine della crisi”. Recentemente si è battuto per Alfie, il bimbo inglese lasciato morire.

Riccardo Fraccaro (Movimento 5stelle), ministro per i Rapporti col Parlamento e per la Democrazia Diretta

Laureato in Diritto internazionale dell’ambiente presso la facoltà di Giurisprudenza di Trento, Riccardo Fraccaro ha 37 anni. E’ nato a Montebelluna il 13 gennaio 1981, ed ha vissuto a Riese Pio X fino al momento di iscriversi all’Università, poi si è accasato in Trentino. Si è avvicinato al Movimento di Grillo nel 2010, fondando il Meetup di Trento, che nel 2013 gli ha valso l’elezione alla Camera, unico eletto del Movimento nella Regione. E come deputato (riconfermato il 4 marzo) ha lasciato il segno: Fraccaro è il presentatore dell’ormai celebre progetto di legge contro il conflitto d’interesse, bestia nera di Berlusconi e di Forza Italia, che è stato approvato alla Camera e poi è stato messo nel cassetto sotto il governo Renzi. Fraccaro è considerato un “gaffeur” ma in realtà le sue non sono gaffe: lui la pensa così e lo dice. Famosa è la sua condanna della seconda elezione di Napolitano alla presidenza della Repubblica, nel 2013, rielezione che il Movimento aspramente contestava. «Oggi è il 20 marzo, giorno in cui nacque Hitler, ed oggi muore la democrazia in Italia» disse Fraccaro. Ma ben più attuale è la sua priorità, dichiarata all’indomani della sua riconferma alla Camera: «Il Movimento Cinquestelle abolirà i vitalizi nel giro di due settimane, con una semplice delibera». Staremo a vedere…

+ Il Gazzettino

Governo Conte al via, i ministri hanno giurato al Quirinale

Captura de Tela 2018-06-12 às 23.55.04

Via al governo di Giuseppe Conte. Il premier e i 18 ministri (5 donne) hanno giurato oggi al Quirinale davanti al capo dello Stato, Sergio Mattarella. Il presidente del Consiglio dopo la cerimonia ha fatto il suo ingresso a Palazzo Chigi accolto da picchetto d’onore. Poi lo scambio di consegne con Paolo Gentiloni con il tradizionale passaggio della campanella.

Il giuramento. Al Colle ha giurato prima il presidente del Consiglio, poi i ministri. Tutti hanno pronunciato la formula di rito: «Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della Nazione».

Finito il giuramento il governo è entrato nella pienezza dei suoi poteri. «Confesso, emozionato e felice», ha scritto il leader della Lega su Twitter che allega anche un selfie fatto dentro il salone delle Feste al Quirinale in attesa di giurare come ministro dell’Interno.

+ Informazione

Centro Studi Valle Imagna 

Borse di Studio Carlo Locatelli di Valle Imagna Assegnazione premi edizione 2016/2017
Bibliosteria di Cà Berizzi – Assegnazione delle Borse di Studio Carlo Locatelli di Valle Imagna – Edizione 2014/2015

Il Centro Studi Valle Imagna ha deliberato di assegnare a cinque scuole della valle (Infanzia di Corna Imagna e Locatello – Primarie di Ponte Giurino, Corna Imagna e Locatello) altrettante Borse di Studio per un valore di Euro 500,00 ciascuna (di cui € 200,00 da corrispondere in denaro e la rimanente parte in libri scelti tra le pubblicazioni del Centro Studi Valle Imagna a catalogo), in relazione ai lavori svolti sulla scoperta e valorizzazione della cultura del territorio, nelle sue dimensioni geografiche, storiche, sociali e umane.

Alunni, insegnanti e genitori delle Scuole dell’Infanzia e Primarie della Valle Imagna sono invitati ad intervenire alla premiazione ufficiale che si svolgerà mercoledì 30 maggio 2018, alle ore 17:00, presso la Bibliosteria di Cà Berizzi (Via Regorda, 7 – Corna Imagna). Verrà offerta una merenda per tutti.

LEGGI L’ELENCO DEI LAVORI PREMIATI

Contrada Roncaglia, 21 – 24030 Corna Imagna (Bergamo)

349 4216170

Contrada Regorda, 7 – 24030 Corna Imagna (Bergamo)

366 5462000

CENTRO STUDI VALLE IMAGNA

328 1829993

Registro dei Comuni Onorari del Veneto

Requisiti di iscrizione al Registro
Possono essere iscritti al Registro i Comuni d’Italia, ad esclusione dei Comuni del Veneto, e i Comuni di altri paesi del mondo, che presentano i seguenti requisiti:

1) la presenza nel territorio comunale di una comunità di veneti, intendendosi per tale una organizzazione di almeno 50 persone, legate tra loro da un vincolo associativo, che siano emigrate dal Veneto o discendenti di emigrati dal Veneto. Tali organizzazioni/ associazioni presenti nel territorio comunale devono avere quale principale finalità statutaria la salvaguardia e la promozione dell’identità storica del popolo e della civiltà veneta e la valorizzazione delle singole comunità venete. Laddove la richiesta promani da un Comune estero nel quale è presente un circolo iscritto al registro regionale di cui all’articolo 18 della legge regionale n. 2/2003, detto requisito si intende soddisfatto;

2) la realizzazione nel territorio comunale di almeno due eventi e/o manifestazioni legati alla lingua, alle tradizioni, agli usi e ai costumi della cultura veneta, nell’anno in cui viene presentata richiesta di iscrizione, o nel biennio precedente;

3) la sussistenza di rapporti con Comuni del Veneto o con organismi od associazioni di veneti e loro discendenti di altre regioni d’Italia e di altri paesi del mondo.

Modalità e documentazione 
La domanda di iscrizione, sottoscritta dal Sindaco del Comune (per quanto riguarda gli stati esteri, la figura al vertice dell’amministrazione comunale e legale rappresentante dell’ente) e accompagnata da un suo documento di identità in corso di validità, deve essere inoltrata con una delle seguenti alternative modalità :

• A mezzo posta: Regione del Veneto
Unità Organizzativa Flussi Migratori
Cannaregio, 23
30121 VENEZIA
ITALIA

• A mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo:
area.sanitasociale@pec.regione.veneto.it

• A mezzo fax: 0039.0412794111

corredata della seguente documentazione:

A) copia autentica dell’atto costitutivo e dello statuto dell’organizzazione/associazione avente sede nell’ambito del territorio comunale, con traduzione giurata in lingua italiana se redatti in altra lingua. Nel caso di circolo iscritto al registro regionale di cui all’ art.18 della L.R.n.2/2003, gli atti suddetti dovranno essere inviati qualora non già in possesso dell’amministrazione regionale o qualora modificati;

B) un elenco dei soci dell’ dell’organizzazione/associazione, sottoscritto dal legale rappresentante. Nel caso di circolo iscritto al registro regionale di cui all’ art.18 della L.R.n.2/2003, l’elenco dovrà essere inviato qualora modificato rispetto a quello già trasmesso all’amministrazione regionale;

C) una relazione, sottoscritta dal Sindaco (per quanto riguarda gli stati esteri, la figura al vertice dell’amministrazione comunale e legale rappresentante dell’ente), esplicativa dell’attività svolta e dei rapporti intercorsi con Comuni del Veneto o con organismi od associazioni di veneti e loro discendenti di altre regioni d’Italia e di altri paesi del mondo. Detta relazione deve essere supportata da idonea documentazione costituita, a titolo esemplificativo, da accordi formali, brochure, locandine, volantini, dai quali sia possibile evincere la data (giorno, mese, anno) e comprovanti quanto dichiarato in ordine all’attività e ai rapporti descritti.

Ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 i dati personali raccolti saranno utilizzati esclusivamente per lo svolgimento delle attività inerenti all’iscrizione al Registro dei Comuni onorari del Veneto e non saranno soggetti a diffusione e divulgazione a terzi. La trasmissione all’Amministrazione dei dati personali riguardanti i soci avverrà sotto la responsabilità del Comune, che è tenuto ad acquisire preventivamente l’autorizzazione all’uso di tali dati personali. Il titolare del trattamento è: Regione del Veneto – Giunta Regionale – Dorsoduro 3901 –Palazzo Balbi – Venezia. Responsabile interno del trattamento è il Direttore dell’Unità Organizzativa Flussi Migratori. In base all’art. 7 del d.lgs. n. 196/2003, potrà essere richiesta la correzione e l’integrazione dei propri dati e, ricorrendone gli estremi, la cancellazione o il blocco.

Il termine di conclusione del procedimento è fissato in 90 giorni dalla data di ricevimento della domanda, completa della prescritta documentazione.

+ Regione Veneto

Programma annuale dei VNM

Gentili Consultori,

la presente per informare che, come previsto dal Programma annuale dei veneti nel mondo per l’anno in corso, la Giunta Regionale, ha approvato i seguenti Bandi di Concorso:

1 – “Premio tesi di laurea sulle tematiche dell’emigrazione veneta” approvato con DGR n. 582 del 30 aprile 2018 riservato a laureati che abbiano discusso una tesi nell’anno accademico 2017/2018, o nei due anni accademici precedenti, e a laureandi che abbiano presentato nell’anno 2018 una tesi in materia di emigrazione veneta presso le Università del Veneto. La domanda di partecipazione deve pervenire all’Unità Organizzativa Flussi Migratori entro e non oltre il 15 novembre 2018. Per ogni altra informazione visitare la pagina : http://www.regione.veneto.it/…/giornata-dei-veneti-nel-mondo;

2 – Bando di Concorso “L’emigrazione veneta: un fenomeno passato e presente” approvato con DGR n. 583 del 30 aprile 2018 riservato agli studenti delle classi terza e quarta delle scuole secondarie di secondo grado del Veneto frequentanti gli anni scolastici 2017/2018 e 2018/2019. La domanda di partecipazione al Concorso che prevede la realizzazione di un prodotto audiovisivo sulle tematiche dell’emigrazione veneta dovrà essere presentata dal legale rappresentante della scuola e pervenire all’Unità Organizzativa Flussi Migratori entro e non oltre il 15 novembre 2018. Per ogni altra informazione visitare la pagina : http://www.regione.veneto.it/…/giornata-dei-veneti-nel-mondo;

Cordiali saluti

Dott.ssa Marilinda Scarpa

+ Informazioni

25 de Abril – Dia de San Marco e cancelamento de assembleia

Retratado como um leão alado, o Leão de São Marcos é uma representação simbólica do evangelista São Marcos, padroeiro da cidade de Veneza, cuja data é comemorada aos 25 de abril.

Autor do segundo Evangelho, composto em grego, suas relíquias encontram-se na Basílica de São Marcos desde 828, ano em que os pescadores Bon da Malamocco e Rustego da Torcello as trouxeram da Alexandria.

Veneza, no início da sua história, foi disputada entre o Patriarcado de Aquileia e o de Grado. Esta luta teve por consequência a mudança contínua de santo protetor, com cada uma das duas cidades a querer impor o seu santo, São Marcos ou São Teodoro. As duas estátuas de santos no alto das colunas da Piazza San Marco testemunham esta disputa.

Atendendo ao dispositivo legal do artigo 15 do Estatuto da Entidade, o presidente da Diretoria Executiva do COMVERS, Ismael Rosset, no uso de suas atribuições legais, torna público, especialmente às entidades associadas, o CANCELAMENTO da Assembleia Geral Ordinária conforme edital n˚1/2018, de 19 de abril deste mesmo ano, marcada para o dia 28 de abril, na cidade de Monte Belo do Sul.

Oportunamente será emitido novo edital, conforme dispositivos legais previstos neste mesmo Estatuto.

 

 

Nova Data: Assembleia Geral Ordinária (cancelada)

O Presidente do Comitato Veneto do Estado do Rio Grande do Sul – COMVERS, Sr. Ismael Rosset, CONVOCA as Entidades Associadas para participar de Assembleia Geral Ordinária da Entidade que se realizará no próximo dia 28 (sábado) de abril de 2018, às 15h (quinze horas), nos termos do Estatuto do COMVERS, tendo por local o Auditório da Câmara de Vereadores, sito na Rua Sagrada Família, nº 533, Centro, no município de Monte Belo do Sul – RS, CEP 95.718-000 para tratar de diversos assuntos.

Clique nos links para baixar o Edital de Convocação e seus anexos em PDF e word:

Conselho Regional do Veneto aprova programa anual de iniciativas

Em meados de abril de 2018, o Conselho Regional do Veneto aprovou, sob proposta da Assessora Manuela Lanzarin, o programa anual de iniciativas que visa manter relações com os imigrantes venetos e suas comunidades afim de promover a cultura Veneta no mundo. VENETI NEL MONDO: REGIONE FINANZIA MASTER, GEMELLAGGI E SOGGIORNI CULTURALI PER MANTENERE I LEGAMI CON EMIGRATI. Segundo Manuela, estas ações pretendem manter viva a memória das história coletivas deste povo.

Para fazer o download do comunicado em PDF, clique no link abaixo.

 

COMVERS de cara nova

Logotipo - COMVERS_comp_color

O COMVERS inicia o ano com mais uma mudança positiva. Com o objetivo de atualizar a sua identidade visual, apresenta novo logotipo e novo site.

O logo antigo abre espaço para um brasão de formas mais limpas, trazendo o tradicional Leão de São Marco e uma coroa estilizada com as cores da bandeira do Rio Grande do Sul. O resultado é esteticamente mais bonito e traz mais leveza e modernidade para a imagem de marca da entidade.

O novo site também apresenta um template mais elegante e funcional, operando como uma espécie de portal, traz links diretos de entidades nacionais e internacionais ligadas à cultura veneta, entidades associadas, projetos desenvolvidos, eventos, informações sobre as gestões anteriores e notícias.